INPS e Regione Calabria: attuazione misure di politica attiva


Approvata la convenzione tra l’INPS e la Regione Calabria finalizzata a disciplinare le modalità con cui l’Inps eroga, per conto della Regione, l’importo per l’intervento di politica attiva del lavoro “Dote lavoro e Inclusione attiva”.


La convenzione in commento regolamenta le modalità attraverso le quali l’Inps eroga, per conto della Regione Calabria, l’importo per l’intervento di politica attiva del lavoro finanziato con risorse pari a 14.398.876,19 euro, di cui al D.D. n. 2189 del 19 marzo 2018, accertate ed individuate con D.D. n. 7629 del 17 luglio 2018, in favore dei soggetti individuati esclusivamente dalla Regione come destinatarie delle misure.
L’erogazione avverrà da parte dell’Istituto al netto delle trattenute fiscali, a seguito dell’invio dell’elenco dei beneficiari individuati e previo trasferimento delle risorse necessarie ad esclusivo carico della Regione Calabria.
Al pagamento delle misure, provvedono le Strutture territoriali competenti in base alla residenza dei beneficiari.
La convenzione ha validità fino al 31 dicembre 2020. L’INPS, comunque, potrà procedere a completare i pagamenti anche oltre tale data per i nominativi pervenuti entro i termini di vigenza della convenzione.
La Regione Calabria individua, previa istruttoria dei requisiti dalla stessa stabiliti, i beneficiari dell’azione di politica attiva, versa preventivamente la provvista finanziaria all’Istituto e comunica al medesimo l’elenco dei soggetti aventi diritto a fruirne.
L’Istituto, in qualità di mero ente pagatore, si impegna ad effettuare i pagamenti di cui trattasi entro 30 giorni dalla ricezione degli appositi elenchi, qualora contenenti tutte le informazioni previste, e non effettua alcun controllo in ordine alla sussistenza, in capo ai beneficiari, dei requisiti per l’erogazione dell’importo concesso, verificando la sola esistenza in vita del beneficiario della misura e non assume responsabilità alcuna nei confronti dei beneficiari per pagamenti effettuati erroneamente su indicazione della Regione.
L’INPS, inoltre, non svolgerà attività di recupero di eventuali indebiti né assumerà responsabilità alcuna in presenza di contenzioso amministrativo o giudiziario.
L’Istituto, in qualità di sostituto d’imposta, provvede ad applicare il regime fiscale stabilito dalla normativa vigente per la tipologia di prestazione erogata, con il conseguente rilascio della Certificazione Unica dei redditi.
La trasmissione dei dati necessari per la gestione della misura di politica attiva “Dote lavoro e Inclusione attiva” avviene attraverso file. Dal sito istituzionale www.inps.it la Regione Calabria potrà inviare i file .xml contenenti le richieste di pagamento accedendo al servizio “Sistema Informativo Percettori” utilizzando il link “Indennità/Sussidi per Regioni e Provincie autonome” e poi “Invio richieste di pagamento indennità/ sussidi” da cui si potranno prelevare le “Informazioni relative all’utilizzo del servizio”, la “Struttura relativa ai dati da inviare in formato XSD” e il “Manuale per la compilazione corretta del file .xml contenenti le domande di Indennità Dote Lavoro” ( cfr. Circolare Inps n. 87/2019).