CCNL AREA COMUNICAZIONE: Accordo sulla Stagionalità

Siglato il 3/12/2018, tra Confartigianato Comunicazione, Cna Comunicazione e Terziario Avanzato, Casartigiani, Claai e Slc-Cgil, Fistel-Cisl e Uilcom-Uil, l’accordo che integra la disciplina del Contratto a tempo determinato di cui al CCNL Area Comunicazione 27/2/2018 relativamente alle attività stagionali

Con l’accordo dello 3 dicembre, le parti firmatarie del CCNL Area Comunicazione, hanno integrato la disciplina ivi contenuta sul Contratto a tempo determinato, con uno specifico paragrafo dedicato alla stagionalià, definendo le attività stagionali in aggiunta alle ipotesi previste dalla normativa vigente.
Sono considerate attività stagionali, quelle che per il loro carattere ricorrente e per le loro finalità, si svolgono o sono intensificate in determinati stagioni, eventi o periodi ciclici dell’anno.
L’individuazione della stagionalità, intesa anche come intensificazione dell’attività produttiva in determinati e limitati periodi dell’anno, consentirà la stipula e/o la proroga e/o il rinnovo di rapporti a termine stagionali della durata massima di 6 mesi per ogni anno civile.
Rientrano nella stagionalità:


a) le attività connesse alla prestampa, stampa, cartotecnica, legatoria, finitura, packaging, marketing relative:
1) al periodo elettorale;
2) alle nuove collezioni del Settore Moda, Occhialeria e Orafo;
3) agli eventi o festività in genere e alle fiere di ogni settore di produzione e servizio;
4) all’editoria universitaria e scolastica di ogni ordine e grado;
5) alle produzioni stagionali del Settore Agroalimentare;
6) al rinnovamento dei cataloghi e delle produzioni del Settore del Mobile e dell’Arredo in genere;


b) attività amministrativo/contabili il cui picco di lavoro è determinato da scadenze cicliche e ricorrenti come previste o introdotte dalla normativa di settore vigente nel tempo (es. mod. CU, mod. 770, mod.730, autoliquidazione, nuove modalità di fatturazione; ecc.)


Le parti concludono disponendo che ulteriori ipotesi di stagionalità potranno essere individuate dalla contrattazione collettiva regionale.